DSpace
 

Academic Knowledge Archives of Gunma Institutes >
群馬大学(Gunma University) >
10 教育学部 >
0005 群馬大学教育学部紀要 芸術・技術・体育・生活科学編 >
第32巻 (1997) >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10087/874

Title: ティーノ作皇帝ハインリッヒ七世の墓のルネッサンスへの影響〔V〕15世紀シエナ派絵画-前編-
Other Titles: La tomba di Arrigo VII e la sua influenza sul Rinascimento [V] Scuola senese; la pittura del Quattrocento (Parte I)
Authors: 團, 名保紀
Issue Date: 1997
Publisher: 群馬大学教育学部
Citation: 群馬大学教育学部紀要 芸術・技術・体育・生活科学編. 32, 127-156 (1997)
Abstract: In questo articolo che studia l' influenza esercitata dalla Tomba di Arrigo VII sulla pittura senese del Quattrocento, innanzittutto sottolineo l' importanza di Taddeo di Bartolo come fondatore e divulgatore di un tipo di polittico gotico senese, altamente riflettente lo schema scultoreo-architettonico di detta tomba imperiale, coi suoi polittici a Pisa, a Montepulciano, a Perugia ed a Volterra. Quello di Perugia(1403)e piu interessante perche mostra un doppio aspetto. II suo lato frontale con al centro la Madonna col Bambino si rispecchiava lo schema in tre piani della Tomba di Arrigo VII, mentre quello tergale con al centro la figura stante di San Francesco si rispecchiava la composizione scultorea del pianterreno di detta tomba con al centro la statua stante di San Bartolomeo titolare dell' altare su cui si trovava. Lo stesso principio si prosegui nel polittico sempre avente doppio aspetto di Borgo San Sepolcro di Sassetta(1437 -1444) che d'altronde ha gia manifestato di riflettere lo schema architettonico di tre piani sovrapposti della tomba pisana, sia nella sua Madonna delle Nevi che nel suo polittico di Cortona. A Siena, con l' arrivo dell ' Imperatore Sigismondo di Lussemburgo nel 1432 pare che si e accresciuto l' interesse sulla Tomba di Arrigo VII, bisnonno del nuovo imperatore. Infatti sia Maestro dell' Osservanza che Domenico di Bartolo, negli anni trenta, crearono le opere acutamente influenzate dalla tomba pisana. In tal caso specialmente degno di nota e che il Maestro dell' Osservanza ha adoperato il motive floreale di derivazione orientale con l' arco inflesso, nella predella raffigurante "II crocifisso di Cristo" del suo polittico senese. Quel motivo ornamentale fu introdotto de Tino forse per la prima volta nei monumenti occidentali con le formelle costituenti la nicchia del pianterreno della tomba dove si trovava il sarcofago su cui si poggia la statua giacente di Arrigo VII. Il motivo floreale particolare fu utilizzato con tecnica della punzonatura dal Maestro dell' Osservanza proprio nella parte inferiore dell' opera (nella predella) come nel caso della tomba imperiale. Questo fatto rafforza maggiormente la mia convinzione che il Maestro dell' Osservanza abbia analizzato per realizzare la sua opera del 1436 non solo la forma architettonico-scultorea ma anche i dettagli ornamentali della tomba di Arrigo VII, grande fonte luminosa per la civilta artistica del Rinascimento.
URI: http://hdl.handle.net/10087/874
ISSN: 0533-6627
Appears in Collections:第32巻 (1997)

Files in This Item:

File Description SizeFormat
area032127.pdf10.74 MBAdobe PDFView/Open

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

DSpace Software Copyright © 2002-2010  Duraspace - Feedback